Errore
  • [OSYouTube] Alledia framework not found
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

    Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

    Visualizza la documentazione GDPR

    Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.

Nuovo libro sul Kodály

 Kodaly Life On Track ZK.jpg

Questo libro, anche se in una forma più modesta, è stato concepito nel 1957 dall'autore. Ciò nonostante, 

al suo progetto non fu dato il via libera allora: dovevano passare cinquanta anni prima che potesse essere realizzato. 
Certamente, il libro ha beneficiato di questa lunga preparazione, poiché ha permesso all'autore di svolgere alcune ricerche che si sono rivelate indispensabili in seguito. 
L'autore deve un ringraziamento speciale alla signora Zoltán Kodály nata Sarolta Péczely per la ricchezza
inedita del materiale fondamentale del volume - dati e documenti - messo a sua disposizione.
Tutto quello che doveva fare era recuperare da loro una storia di eventi interrelati: la progressione della vita di Kodály in pista. La fondatrice e gestore degli Archivi Kodály, la signora Kodály ha aiutato
l'autore a consultare le tre importanti raccolte: quella delle lettere scritte a Kodály, le riviste
familiari di Madame Emma (la prima moglie del Maestro) e migliaia di foto e altri documenti.  


FERENC BÓNIS (1932) ha completato i suoi studi di musicologia presso l'Accademia di Musica di Budapest sotto la supervisione di Bence Szabolcsi, Zoltán Kodály, Antal Molnár e Lajos Bárdos (1952-1957).
È stato uno dei fondatori della ricerca dell'Archivio Bartók (1961 - successivamente Instituto per la Musicologia) dell'Accademia delle Scienze Ungherese (MTA), diretto da Bence Szabolcsi. Partecipa regolarmente a conferenze internazionali e tiene conferenze in università fuori dall'Ungheria. Negli anni '90 ha insegnato storia di musica ungherese come professore ospite all'Università di Colonia. È un membro dell'Accademia delle Scienze Ungherese (MTA) ed è stato riconosciuto dal Premio Ferenc Erkel nel 1973 e dal Premio Széchenyi nel 2008.

Il libro si può ordinare al Balassi Kiadó - Budapest.